Streaming live con chat dedicata su WimTV

Vuoi dare visibilità al tuo evento e mostrarlo a tutto il mondo?
Con WimTV lo puoi fare!.
WimTV ti offre nel suo servizio di WimLive di trasmettere in diretta streaming le riprese degli eventi che tu organizzi.
Al servizio WimLive viene aggiunta una novità la Live Chat.
Tutto ciò permette non solo una connessione diretta con quanti seguono l’evento a distanza, anche un’interazione che consente così al relatore e al discente di relazionarsi esattamente come se fossero nella stesso ambiente.Come gestisci la chat dal vivo?
L’organizzatore si registra, riceve una mail di benvenuto, inserisce il suo logo ed utilizza WimLive.
Crea un Canale ed inserisci il nome, la descrizione e un’immagine.
Crea la Web TV e infine aggiunge un evento Live.
Nell’evento live inserisce: titolo, data, ora di inizio e fine.
L’organizzatore decide se rendere l’evento gratuito o a pagamento e se trasmettere la diretta con o senza chat.

Dopo creato l’evento compaiono due icone –TRASMETTI e CHAT– seleziona chat e abilita.

In questo modo si potrà entrare direttamente nella chat e si potrà comunicare in tempo reale con il pubblico delle dirette streaming.

Il pubblico si registrerà, entrerà nell’evento Live programmato e potrà effettuare domande ai relatori e ricevere in diretta le risposte ai propri quesiti creando feedback formativi.

In che modo?

L’utente/spettatore alla sua destra troverà gli eventi Live programmati, cliccherà sull’evento ed entrerà nella web tv, con il video di diretta streaming e le chat.

Offri un servizio in più al tuo pubblico. Scegli WimTV!

Personale altamente qualificato ed appositamente formato coordinerà il tutto tra cabina di regia e sala, garantendo efficienza ed efficacia dello strumento Streaming Live Chat.

info@wimlabs.com

www.wim.tv

www.wimlabs.com

Now you can chat during WimTV live streamings

WimLive Chat has no limit of time, and number of characters and messages – and is optional! WimTV releases the chat functionality attached to live streaming.

WimLabs keeps on working to create services that improve seamless distribution and content of communication. With its live service enriched by the chat, WimTV increases the involvment of the audience which is part of the WimTV community.

Assume you create a live event on WimLive. You can enable the chat on the WimLive page, because hat is not active by default, but requires activation by the live stream organiser. You can chat and communicate with event participants from your private WimLive page or from the public event page. Event participant can have a dialogue with you and among themselves. However, to do so they must be logged-in to WimTV to ensure a secure participation.

Currently WimLive viewers who use the chat are free to write without having to meet limits of number of characters or messages. This establishes a real communication between the event and the audience, and among active viewers.

Unlike other services WimTV live events do not have time limits. Therefore the chat room can be programmed to start before, and continue during and after the event. This way you can create a kind of “waiting room” before the event. By going to the public page you and event participants will see the chat window on the right of the video player.

In this way, by activating a direct streaming with Wim TV you will create an active community before, during and after the event.

For information and contacts:

mail: info@wimlabs.com

www.wim.tv

Arriva la chat anche durante le dirette streaming su Wim TV

Le chat in WimLive senza limiti di tempo, caratteri, messaggi ed è opzionale!

WimTV progetta una nuova funzione per la diretta streaming: la chat.

WimLabs lavora da sempre alla creazione di funzionalità per la distribuzione e la comunicazione senza barriere. Con il live WimTV coinvolge maggiormente il pubblico durante un evento, gestendolo all’interno della stessa comunità di WimTV, una comunità che opera con e per il video.

La chat è visualizzata su WimLive e viene abilitata sulle impostazioni. Non è predefinita, ma è attivata solo se che organizza il live è interessato. Entrando in WimLive puoi cliccare sull’icona diretta per lo streaming o cliccare sulle chat per abilitare e comunicare con la comunità di WimTV.

Per assicurare una partecipazione protetta chi partecipa alle chat dell’evento deve essere loggato, quindi anche essere registrato. L’utente che crea la diretta ed abilita le chat può dirigere i messaggi e, in caso di messaggistica non corretta ed irrispettosa può barnare l’autore del messaggio.

Al momento gli spettatori all’interno delle chat sono liberi di scrivere senza dover rispettare un limite di caratteri e senza dover rispettare un limite di messaggi. Una vera e propria comunicazione tra evento e spettatore, tra sperttattore attivo che partecipa ed interviene all’evento.

A differenza di altri social le nostre dirette non hanno un limite di tempo, quindi anche le chat possono essere programmate prima, durante e dopo l’evento. In questo modo si creerà prima dell’evento una sorta di “sala d’attesa” dove sarà possibile comunicare. Successivamente le chat si visualizzano a destra del video player solo quando l’evento è attivo.

In questo modo attivando una diretta streaming con Wim TV creerai anche una comunità in chat attiva prima-durante e dopo l’evento.

Per info e contatti:

new.wim.tv

info@wimlabs.com

Dalle telecomunicazioni al video. La tecnologia a servizio della Città di Torino, della cultura, del sociale e del nostro territorio.

Torino e la sua provincia costituiscono da sempre un’importante centro di ricerca sia culturale, che tecnologico, portando avanti e creando progetti innovativi e di sviluppo.
Uno dei progetti del nostro territorio torinese è stato portato avanti dall’Ing. Leonardo Chiariglione. La sua ambizione, sin da quando era direttore della divisione Multimedia al Telecom Italia Lab di Torino, è sempre stata quella di sviluppare un progetto dove al centro vi era la possibilità di creare un formato per il video e l’audio che potesse essere utilizzato da tutti per comunicare senza barriere.
Per raggiungere questo obiettivo Chiariglione fondò MPEG, un gruppo di lavoro nell’ambito dell’organizzazione internazionale degli standard (ISO).
“Ritenevo fosse necessario dare un segnale chiaro: occorreva uno standard. Di qui l’idea originaria di creare un gruppo internazionale ed allo stesso tempo interdisciplinare, per la compressione del video e dell’audio. Il gruppo si riunì la prima volta nel maggio 1988.”
Grazie agli standard realizzati dal gruppo si è sviluppato un business audio e video su scala globale, dando l’opportunità ai creatori di contenuti di distribuire i propri prodotti e ai fruitori di accedere ad una quantità e varietà di contenuti mai prima pensata possibile. Nel 1992 fu pubblicato l’Mpeg1, primo standard per la compressione del video e dell’audio (MP3) e due anni dopo l’Mpeg2, per trasmissioni televisive in digitale ad elevata qualità. Successivamente furono pubblicati altri standard come Mpeg4, pensato per la codifica di audio e video sul web, fino ad arrivare ad Mpeg7 che non tratta la compressione ma la descrizione dei media.
Oggi il gruppo MPEG conta più di 1000 esperti, impegnati nella creazione di standard in linea con un mercato digitale in continua evoluzione. Il gruppo ha ricevuto in tutto 4 Emmy Award, il più importante premio per la tecnologia cine-televisiva a livello internazionale.
Comunicare senza barriere attraverso la tecnologia porta nel lungo periodo grandi cambiamenti che migliorano la qualità della vita di tutti sia istituzioni che cittadini.
Con lo stesso spirito innovativo Leonardo Chiariglione fonda le società Cedeo e WimLabs che applicano concretamente le ricerche sviluppate dal gruppo MPEG. Gli utenti della piattaforma WimTV, sviluppata da CEDEO ed i cui servizi sono offerti da WimLabs, hanno gli strumenti per produrre, pubblicare, distribuire e monetizzare i propri prodotti audiovisivi.
“Lo sviluppo della piattaforma WimTV è stato guidato, e tutt’ora continua ad essere guidato dalla visione di fornire ad utenti professionali un unico strumento con cui gestire operazioni di creazione, archiviazione, pubblicazione, distribuzione e commercio di informazione video secondo una varietà di modelli di business.”
Con la piattaforma WimTV l’utente può, conservando pieno controllo dei suoi contenuti, trasmettere eventi in diretta streaming, pubblicare video singoli ed abbonamenti, programmare palinsesti in stile televisivo e mettere in vendita ed acquistare video su un mercato professionale
WimTV suggerisce una modalità per creare nel nostro territorio una formula di rete spontanea tra enti e cittadini, utile sia per promuovere il nostro territorio, sia per semplificare i modelli di distribuzione e di consumo culturale.
La novità apportata da WimTV sta nel fatto che tutti i servizi si trovino in un’unica piattaforma, in un unico territorio virtuale e comunichino tra di loro in modo trasparente invece di essere dispersi in una quantità di differenti servizi sul web.
WimTV vuole creare una sinergia tra territorio e tecnologia, in modo che i Comuni che mandano in diretta i consigli comunali possano aumentare la partecipazione dei cittadini, gli enti turistici sviluppare una promozione sul territorio torinese e le associazioni sul territorio torinese promuovere la loro cultura e le loro iniziative.
WimTV è quindi una potenziale piazza virtuale dove ogni realtà o cittadino che si registra popola la piattaforma e performa attraverso il “medium” video. Ogni realtà crea il suo canale e, pubblicando i propri video, realizza la strategia dello scambio, elemento funzionale alla creazione di una comunità virtuale.
“Il futuro del video online passa anche da e con Torino”Uno dei servizi di WimTV-WimBridge permette di offrire nuove soluzioni per il turismo digitale, un video della propria città per approfondire luoghi, mappe e iniziative legate al territorio.
WimTV mette al centro l’utente, come autore del proprio lavoro e suo potenziale beneficiario garantendo sempre la paternità dei propri contenuti anche quando si pubblicano e distribuiscono in rete.
L’azienda inoltre ha sviluppato diverse ricerche attraverso progetti finanziati dalla FinPiemonte e dalla Commissione Europea, nel campo tecnologico con particolare attenzione al video a servizio della sanità, della cultura e del territorio. Con l’audio ed il video per dimostrare che non è vero che con “la cultura non si mangia”.
per info: info@wimlabs.com
www.cedeo.net
www.wimlabs.com
www.new.wim.tv

Una grande novità di WimTV

La nuova piattaforma Wim TV-WimLabs nel suo nuovo sviluppo sta offrendo un servizio per l’utente dove, in modo controllato – cioè senza interferenze esterne – può pubblicare video,
programmare un palinsesto, fare dei live, mettere in vendita ed acquistare video e rendere disponibile alla propria rete distributiva i suoi contenuti, con un supporto vivo e costante dallo staff di WimLabs.

La novità della nuova piattaforma, oltre ad essere più performante presenta un servizio nuovo WimBundle, la possibilità di creare un abbonamento con diversi video di proprietà dell’utente!

Un’utente carica dei suoi video e crea una formula ad abbonamento inserendo nome, descrizione, prezzo, durata ed unità di tempo con giorni, mesi o anni.
Questa novità diventa un nuovo modo per guadagnare producendo video, offrendo la possibilità di avere un proprio cartellone e un proprio pubblico.
L’autore degli abbonamenti se vuole può arricchire i propri contenuti completando il suo repertorio acquistando dei video presenti nel market di Wim TV.
Questa modalità permette ai produttori di creare uno scambio tra le parti e creare all’interno di WimTV una rete distributiva.

La novità apportata da WimTV sta nel fatto che, invece di essere dispersi ed incomunicabili in una quantità di servizi sul web, tutti i servizi si trovano in un’unica piattaforma, in un unico territorio virtuale, e comunicano tra di loro.
Bastano pochi minuti per dar valore alla tua creatività: con il servizio WimBundle puoi offrire i tuoi video in abbonamento e con il servizio WimTrade metterli in vendita.

Chi visita la tua Web TV potrà vedere i tuoi video, live ed abbonamenti.
WimTrade è il marketplace di WimTV
Metti in vendita i tuoi video e definisci la licenza per la distribuzione, il prezzo e le condizioni di utilizzo.
Attingi dal market e riutilizza i video di tuo interesse.
Ogni qualvolta un utente acquista un abbonamento dalla tua Web TV o un video dal market l’importo richiesto è immediatamente accreditato sul tuo conto PayPal!

WimTV mette al centro l’utente, come autore del proprio lavoro e il suo potenziale beneficiario.

Per info: info@wimlabs.com
www.new.wim.tv

Live streaming in WimTV

WimTV offre una soluzione streaming completa che può essere utilizzata sia nella vita 
quotidiana e sia nelle applicazioni professionali più esigenti.
La figura rappresenta i dispositivi di ripresa (a sinistra) e quelli di fruizione (a destra):

Sul lato trasmittente un utente ha a disposizione le seguenti opzioni
Dispositivo di ripresa Connessione Software Protocollo
1 Camera interna Internal Producer live WimLabs RTMP
2 Camera esterna USB WimLabs live Producer/FLME RTMP
3 Camera IP esterna WiFi WMLE RTMP
4 Dispositivo mobile App di terze parti HLS
NB:
FLME = Flash Live Media Encoder
WLME = WimLabs Live Media Encoder
RTMP = Real-Time Protocol Messaging
HLS = HTTP Live Streaming

Il flusso codificato creato dal software (3 ° colonna della tabella) raggiunge 
il server WimTV streaming utilizzando il protocollo RTMP (casi 1-2-3) o HLS (caso 4).
I dispositivi di ricezione possono essere dispositivi mobili (smartphone e tablet), 
PC/computer portatili o televisori intelligenti. 
I protocolli di trasporto sono selezionati dal server di streaming WimTV e 
possono essere HLS per i dispositivi mobili e televisori intelligenti, e RTMP per 
PC / laptop.

Per ricevere lo streaming in una smart TV occorre un browser nella smart TV.
Contattateci per fare dirette streaming professionali!

Per info: info@wimlabs.com
www.wim.tv
 

Creare dei video e trasmetterli, creare audience e guadagnare dalla produzione di contenuti.

Come possiamo creare un audience che paghi per vedere i nostri contenuti e per seguire le nostre trasmissioni?

In questo contesto si fa riferimento sia all’impresa televisiva, sia ad un’azienda operante in un settore di servizi la cui attività in senso stretto è rappresentata dalla costruzione di video. L’attività di un’impresa che è rappresentata dalla trasmissione di video, nella fornitura di un servizio e nella vendita di prodotti può, pertanto, utilizzare il core business, incentrato sui contenuti.

Creare contenuti interessanti.

Tutti sognano che il proprio video diventi virale.

Per creare video efficace sui social media, occorre innanzitutto porsi la tradizionale domanda di business: inquadrare esattamente il tipo di bisogno che il nostro prodotto o bene fornisce e guidare il nostro spettatore attraverso un’accattivante, meglio ancora se sorprendente ed originale, narrativa che ne spieghi i benefici.

Sarebbe importante creare contenuti che interessano ai visitatori. E come si fa a sapere quali sono i contenuti che interessano alla gente? Semplice, visualizzando le statistiche pubbliche di Google presenti su Internet. A tal proposito, ti suggerisco di  rivolgerti a Google Trends, il tool gratuito reso disponibile proprio da big G grazie al quale gli utenti possono scoprire quelli che sono i video più visualizzati ed i termini maggiormente cercati su Google.

Fai pubblicità al tuo video sui social

Quando crei i tuoi video non dimenticare di aggiungere nel video stesso e nella sua descrizione qualche riferimento ai filmati caricati precedentemente sul tuo canale (possibilmente attinenti al tema trattato nel video corrente) e condividendolo sui social .

Guadagnare con i contenuti.

Una delle forti lamentele che detentori di diritti sui contenuti fanno nei confronti di internet è la grande facilità che gli utenti finali hanno di fare copie di contenuti e quindi la ridotta capacità di generare ricavi dai contenuti (come disse Jeff Zucker, presidente di CNN International, “trading analog dollars for digital pennies”).

WimTV è nata con l’idea di affrontare questa lamentela alla base fornendo una soluzione che, senza disabilitare il buono, abiliti il meglio.

Prima di tutto chi carica un video su WimTV deve dichiarare di avere il diritto di farlo. I video caricati su WimTV sono fruibili da un utente finale, ma non sono copiabili. Gli utenti del servizio WimTrade che uscirà a breve potranno acquisire il diritto – eventualmente a pagamento – di usare contenuti di altri sulla propria WimTV. Tuttavia, mentre un utente può esportare, cioè scaricare, i propri video dal proprio repository (“WimBox”), non potrà esportare i video acquisiti sul mercato di WimTV (“WimMarkt”) a meno di averne acquisito il diritto.

Chiunque può pubblicare i propri video per una fruizione a pagamento, senza alcun costo iniziale, e lo può fare in una varietà di modi. I video possono avere una licenza Creative Commons (ci sono 6 tipi di licenze CC per scopi diversi) o a pagamento. Se un utente finale paga la somma richiesta dalla web tv per quel video, WimLabs incassa una commissione del 30% lordo che include i costi della transazione pagati a PayPal). Quindi la web tv incassa il 70% netto della somma richiesta. L’utente pagante potrà vedere il video per 3 giorni sul dispositivo usato per l’acquisto.

Il costo di un video può anche essere zero. Per l’utente finale la fruizione di quel video è equivalente a quella di un video in CC ma i fondamenti giuridici dei due tipi di fruizioni sono molto diversi. Anche nel mercato WimTV che aprirà a breve i video potranno essere acquisiti con gli stessi tipi di licenza.

Da pochi giorni WimTV offre alle web tv una nuova possibilità di monetizzare i propri contenuti (a breve anche quelli acquisiti da WimMarkt): gli abbonamenti. Usando il servizio WimBundle una web tv può creare un pacchetto di video e darli in visione per una durata e contro il pagamento di una somma, ambedue stabilite dalla web tv. Anche qui  vale la ripartizione degli incassi con i valori indicati sopra, valori che possono variare per grossi volumi di traffico.

Per qualsiasi informazione contattateci su : info@wimlabs.com

www.wim.tv

 

L’importanza di una buona comunicazione video

I media – e tra questi il video e la musica – rappresentano strumenti con un’efficacia comunicativa di gran lunga superiore a quella di una pagina web composta semplicemente da testo ed immagini.

Noi di WimLabs, società specializzata in tecnologie e soluzioni video, abbiamo pensato di  occuparci di identità, oggi il bene più prezioso, in una società in cui tutto rischia di uniformarsi e confondersi.

In quali contesti è prioritario emergere?

Come possiamo far sì che il nostro valore sia riconosciuto?

Come possiamo distinguerci dai competitor?

Dobbiamo comunicare ai consumatori la qualità del marchio differenziando i prodotti e potenziandone i brand.

Nella mente delle persone i brand giocano un ruolo centrale e devono quindi essere trattati come asset strategicamente competitivi.

WimLabs offre strumenti innovativi per valorizzare il tuo marchio.

Con WimTV hai a disposizione un player video che porta il tuo marchio aziendale, uno spazio nel quale personalizzare la tua immagine per favorire il nascere di una condivisione di idee, valori ed emozioni.

Il modo più semplice per imparare è sperimentare. Provalo subito!

Per informazioni contatta: info@wimlabs.com

 

Con WimTV la diretta anche dal tuo smart phone. In quest’articolo ti indichiamo come fare. Provalo è semplice!

WimTV è una webapp che si usa sia su desktop e sia su mobile.

Da oggi ti mostriamo come fare una diretta streaming direttamente dal tuo smart phone o tablet.

WimTV si distingue per il fatto di essere una piattaforma con cui un utente può gestire tutti i suoi asset video, sia sotto forma di file, sia sotto forma di eventi .

Vogliamo fare una prova insieme? Per prima cosa Registrati

Vai su Wim.tv e crea il tuo profilo impostando la password per il live (la password è importante per fare streaming, per impedire ad altri di usare il tuo account, a tue spese!).

Clicca il tab WimLive della consolle ed entra nel servizio WimLive.

Se non hai già creato un canale, fallo ora! Inserisci il nome del canale, una breve descrizione e richiedi una URL di streaming.

Poi crea il tuo evento a cui dai un nome, decidi se è a pagamento, inserisci ora/minuto di inizio/fine, decidi se è pubblico e se WimTV deve registrarlo.

Adesso l’evento è creato!

 Ora ci vuole un’app con cui trasmettere l’evento ripreso dalla camera del tuo smart phone in diretta sul web.

Supponiamo(scarica) di usare Wowza GoCoder, un’app gratuita.

Segui come fare nell’app:

tocca il primo bottone il alto a destra e

– scegli Wowza Streaming Engine, nella nuova pagina scegli Host, immetti “streaming.wim.tv”

– scegli Application, nella nuova pagina sotto Stream Name immetti lo stream name del tuo canale WimTV

– scegli Login, nella nuova pagina immetti il tuo WimTV username e la tua password di streaming.

A questo punto, chi va sulla tua web TV di WimTV potrà vedere il tuo live (se hai scelto di rendere pubblico l’evento).

Ah, dimenticavo, la prossima volta lo streaming dell’evento sarà immediato perché i dati sull’app sono ormai registrati.

Perché dovresti usare WimTV e non un servizio concorrente?

Con WimTV puoi registrare l’evento, puoi rendere l’evento a pagamento, puoi pubblicare sulla tua web TV o su un altro sito sia l’evento in diretta sia la sua registrazione  .

Sappiamo bene che anche altri offrono alcune di queste funzionalità. Il bello di WimTV è che le hai tutte insieme sulla stessa webapp e senza dover istallare o aggiornare app. Ed inoltre puoi decidere tu cosa e come pubblicarlo,  puoi decidere tu se renderlo pubblico o privato ed infine puoi decidere tu il tuo brand.

Dai avanti provalo ora, approfitta delle vacanze di Natale per sperimentare questa funzionalità.

Noi siamo con te!!

 per info: info@wimlabs.com

Chiama 338 105 9702

 www.new.wim.tv

 

WimTV – una nuova generazione del video nel web

La piattaforma Wim Tv, in questa nuova generazione del video nel web, progetta e sviluppa soluzioni tecnologiche in linea con l’evoluzione. In questo articolo affronteremo per punti i cambiamenti e le proposte offerte:

  • Esser padroni e creatori delle nostre idee e dei contenuti che vogliamo pubblicare..

 Negli articoli precedenti si è esaminato il contesto “legale” di WimTV e cioè come sono regolati i rapporti tra il detentore dei diritti del contenuto e la piattaforma. A differenza della maggioranza della altre piattaforme, WimTV offre servizi di hosting e streaming e gestisce i pagamenti dietro commissione ma non accampa diritti sui contenuti caricati.

Questa discussione sui diritti di WimTV non è soltanto “roba da avvocati”, ma è molto concreta perché l’utente che vuole sfruttare la propria creatività deve avere a disposizione flessibilità per definire l’uso che viene fatto dei suoi contenuti pubblicati sulla piattaforma.

La pubblicazione non è un semplice “metti i tuoi video sulla tua pagina” di altre piattaforme perché in WimTV è possibile pubblicare un video con una licenza Creative Commons oppure con il normale copyright.  In quest’ultimo caso il video può essere pubblicato a pagamento oppure gratuito. Nel primo caso l’utente deve avere un conto PayPal.

  • La diretta streaming. Dalla telecamera al mobile.  

Un’altra funzionalità importante è la diretta streaming. Dalla consolle è possibile aprire dei “canali” che possono essere popolati di “event” ognuno dei quali ha un inizio ed una fine e può essere gratuito o a pagamento. Se si è su desktop si può usare sia la camera del PC sia una o più camere esterne. È anche possibile utilizzare il software WMLE (WimLabs Media Live Encoder) con cui si può collegare una telecamera IP, ad esempio collegata via WiFi.

Una funzionalità molto apprezzata è quelli da poter chiedere a WimTV di registrare un evento mentre lo si trasmette. Al termine dell’evento l’utente si ritrova il video dell’evento già nella propria area pronto per essere pubblicato, a sua scelta, in Creative Commons o in copyright (eventualmente a pagamento).

Da mobile si possono svolgere le stesse funzioni, in particolare mandare un video in diretta dal proprio smart phone, lanciando l’app Wowza che cattura il video dello smart phone e lo manda al server WimTV per essere diffuso.

  • Dare un valore a ciò che guardi

Finora abbiamo parlato di WimTV in ottica di utente gestore di una web TV, ma non abbiamo parlato dell’ utente finale, quello che guarda i video su WimTV. Ebbene, c’è poco da dire perché non si richiede altro che abbia un normalissimo browser su desktop o su mobile. Se l’utente finale vuole vedere un video a pagamento pagherà o con carta di credito o (più comodamente) con PayPal. Ogni pagamento viene immediatamente accreditato sul conto PayPal dell’utente gestore della web TV dedotta la commissione WimLabs del 30% (che include le commissioni PayPal).

Ci fermiamo qua? Naturalmente no. A breve usciremo con la funzionalità “abbonamenti” con cui l’utente potrà vendere la visione di un determinato gruppo di video dell’utente per un determinato periodo di tempo, ma abbiamo in mente altre cose che vi faremo conoscere molto, molto presto.

Per informazioni: info@wimlabs.com

www.new.wim.tv

www.wimlabs.com

www.cedeo.net